Palazzo Pelliccioni

A cura di Marcello Maggi

La via Umberto I, lungo la quale si erge Palazzo Pelliccioni, costituisce l’asse viario principale di Poli dove si organizza “a spina” l’edilizia residenziale a partire dal secolo XIV. Palazzo è d’impianto cinquecentesco e venne ristrutturato e modificato tra la seconda metà del secolo XVII e i primi anni del secolo XVIII, assumendo l’aspetto attuale, con una sobria ma elegante facciata di gusto pienamente settecentesco.

La porta di accesso è messa in evidenza da un portale bugnato, con terrazzino sovrastante. Di particolare interesse risultano, oltre all’architettura del Palazzo, anche alcune decorazioni ad affresco riferibili ai secoli XVII e XVIII con scene mitologiche e pastorali, ma successivamente pesantemente ritoccate.

Nel cortile interno del palazzo vi è un olio su tela, di autore ignoto, inserito in un semplice medaglione ovale, che rappresenta la Mater Pieta.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusmail