La Festa della Madonna del Carmelo

La Storia

In questi ultimi anni s’ è notato un risveglio religioso nel popolo; poiché, oltre le varie feste religiose che compionsi durante l’anno, s’è istituita da molti devoti uniti in pia Unione la festa della Madonna detta del Mese Mariano e l’altra della Madonna del Carmine, nelle quali agli atti di sincera pietà religiosa vanno uniti segni esterni di pubblica esultanza. Quest’ anno poi 1896, medianti le mie cure s’ è fatta una nuova statua della Vergine del Carmine, che portasi in processione entro una graziosa macchina, lavorata secondo il progetto

da me presentato. Anche una nuova Confraternita sotto il medesimo titolo del Carmine venne istituita quest’anno, e fece la prima volta la sua pubblica comparsa la Domenica 6 Settembre, con grande consolazione dei devoti della Vergine.

Con queste parole Mons. Cascioli, nelle sue memorie ricorda l’istituzione della festa della madonna del Carmelo. Pertanto, a Poli si venera la Madonna del Carmelo (e anche quella del Cuore sopra riportata come Madonna del mese mariano) da più di cento anni.
Anche la statua e la macchina risalgono a quel periodo mentre, la festa è “slittata” dalla prima domenica di Settembre a l’ultima (o anche la penultima, dipende dal calendario) domenica di Agosto.

La festa religiosa

madonna_del_carmelo_2

La discesa da Santo Stefano

Ad oggi la festa ha una ritualità ben definita e parte dalla processione del venerdì sera nella quale la statua della madonna viene portata dalla chiesa di Santo Stefano (nella quale risiede tutto l’anno) alla chiesa di San Pietro.
In particolare la discesa da Santo Stefano è particolarmente spettacolare perchè accompagnata da una suggestiva fiaccolata.
La processione porta poi la Madonna del Carmine verso la contrada Cadipozze dove da qualche anno è stata realizzata un’edicola in suo onore.
Qui viene detta una messa e successivamente la statua viene portata nella chiesa di San Pietro.
La Domenica seguente, il vero giorno di festa, dopo la messa principale, c’è una nuova processione per le vie del paese (inizia a termina a San Pietro).

La festa Pagana

La festa “pagana” prende vita durante il pomeriggio, con giochi di piazza e soprattutto la sera con spettacoli musicali.

Facebooktwittergoogle_plusmail