Gruppo di ricerca le Donne del Vicolo

Il Gruppo di ricerca “Le Donne del Vicolo” nasce a Poli nella primavera del 1988 dall’incontro di alcune donne, mosse da quella particolare sensibilità e capacità femminile a creare legami e ricercare radici. Con questo slancio, il gruppo si propose di riscoprire e rivalutare quei saperi che, alla base del vivere di molte generazioni passate, costituiscono le fondamenta su cui poggia il nostro presente.

Il dialetto come lingua della comunicazione quotidiana, lingua naturale, non “deformazione” della lingua italiana, che affonda nell’esperienza e nel vissuto la sua capacità di rendere un mondo intero in una parola.

La storia e la cultura della nostra piccola comunità, le sue tradizioni scritte e raccontate, per conoscerle e trasmetterle come un patrimonio prezioso da non perdere.

I vicoli di Poli, così diversi l’uno dall’altro eppure così uniti l’uno all’altro, spazio collettivo e condiviso, sono sembrati il luogo ideale da cui ripartire.

Nel 2009 il gruppo, ormai entrato nel tessuto sociale del paese, ha consolidato alcuni obiettivi e si costituisce in associazione per dare più forza ai piccoli passi che tutte insieme stiamo muovendo verso la conoscenza e la promozione del nostro patrimonio culturale.

Mutuato dal carattere accogliente dei cittadini di Poli, il segno distintivo nell’associazione, è un lume tenuto in mano da una donna in abito antico.

Tra gli scopi principali dell’associazione c’è la promozione di tutte le iniziative necessarie alla conservazione ed alla valorizzazione dei beni culturali, architettonici, ambientali e antropologici di Poli e del suo territorio.

In particolare, per il raggiungimento dei suoi scopi, l’associazione svolge attività di ricerca e di conservazione del dialetto polese, attraverso la raccolta dei suoi vocaboli e della loro evoluzione; trascrive e registra racconti, detti popolari, proverbi, canti, leggende, tramandati a voce di generazione in generazione e quasi sempre collegati al lavoro, ai sentimenti, alle ricorrenze civili e religiose; promuove iniziative, seminari, convegni, corsi per il miglioramento e la divulgazione
delle tradizioni del nostro paese, del suo patrimonio culturale, ambientale, naturalistico e storico-antropologico; pubblica e diffonde studi e ricerche attraverso produzioni di testi, audiovisivi e filmati.

Produzioni grafiche, letterarie, audiovisive e organizzazione eventi

 

1992 Audiovisivo e Convegno “Verso la Scuola”- Salone di Palazzo Conti;

1994 Allestimento fotografico sui mestieri e sugli affetti familiari;

1997 Opuscolo sulla leggenda di Sant’Eustachio;

1998 Filmato e Convegno “Poli racconta il Peschio”- Salone Palazzo Conti;

1999 Opuscolo sulla festa di Sant’Eustachio con descrizione dei costumi;

2000 Opuscolo con poesie, proverbi e ricette tipiche;

2001 Opuscolo con raccolta di cartoline antiche del paese;

2002 Compartecipazione al restauro del quadro del Santo Patrono;

2003 Calendario con proverbi sulle stagioni e il lavoro;

2004 Realizzazione piattini di ceramica con proverbi e disegni;

2004 Realizzazione opuscolo “La Città Vecchia di Sant’Angelo” e organizzazione della “festa d’autunno” in collaborazione con la Pro Loco;

2005 Riproduzione anastatica della “Guida Storico-Artistica di Poli” di Mons. G. Cascioli;

2005 Cartellina con 6 riproduzioni di cartoline antiche di Poli;

2005 La Tombola di Sant’Eustachio;

2006 Filmato sulle tradizioni e i riti “La tela e la memoria”;

2007 Realizzazione filmato “Seta setòla”;

2008 Ricostruzione del rito della “Croce” al Peschio – I ciclo di restauro chiesa;

2009 Affidamento incarico da parte dell’Amministrazione Comunale per la gestione temporanea del Centro Anziani “L’Incontro”;

2009 Finanziamento di un pannello di ceramica “Deruta” sulla Via Tivoli;

2009 Calendario sulle piante spontanee e il loro utilizzo;

2010 Calendario sui segni zodiacali;

2010 Registrazione di scenette di vita quotidiana;

2010 Realizzazione del Gonfalone di S. Eustachio e delle Donne del Vicolo;

2010 Collaborazione ai testi, al montaggio e alla raccolta di materiale fotografico per il filmato di “Villa Catena”;

2011 Filmato “Appressu a’la ficora ci nasce la ficorella”;

2011 Acquistati costumi per le rappresentazioni storiche del Santo Patrono;

2011 Manifestazione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia presso Oratorio;

2012 Realizzazione Folder con annullo filatelico speciale per il “380° anno Istituzione Festa Sant’Eustachio”;

2012 Realizzazione filmato “Lo fore e lo spassu”;

2012 Organizzazione attività motoria e corsi di ginnastica dolce per Centro Anziani;

2012 Corso di teatro della durata di 6 mesi;

2013 Realizzazione video “Lu Miracolu” in due parti sulla vita di S. Eustachio;

2014 Realizzazione filmato “Lu bè a ba”;

2014 Stampa plastificata della Mentorella con preghiera a Sant’Eustachio e leggenda;

2015 Pubblicazione “La Chiesa di Santa Maria del Peschio”;

2015 Convegno presso il Salone di Palazzo Conti – II ciclo di restauro del Peschio;

2015 Video “Un pisu leatu…fenita la guera s’arecomenza”;

2015 Visite guidate a Palazzo Conti e presso la Parrocchia di S. Pietro in occasione dei festeggiamenti di Santa Cecilia;

2016 Organizzazione “8 marzo” con letture di brani sul femminicidio;

2016 Organizzazione escursioni sul territorio in collaborazione con la Pro Loco;

 

L’associazione culturale “Le Donne del Vicolo”, fin dal 1992, ha curato la Festa del Santo Patrono, collaborando con gli Enti locali e le associazioni del territorio.

Ha preso in carico il recupero della Chiesa di Santa Maria del Peschio, in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale; ha organizzato gite di carattere culturale per il Centro Anziani “L’Incontro”; ha collaborato con le altre associazioni all’organizzazione di spettacoli, eventi, attività ricreative e culturali, in occasione dell’8 marzo, della festa di Santa Cecilia, delle celebrazioni in onore di Sant’Eustachio e delle festività estive. Un’attenzione particolare è stata dedicata al recupero di riti antichi e popolari, raccontati attraverso la memoria degli anziani, la ricerca di documenti d’archivio e materiale audiovisivo, che hanno portato alla realizzazione di documentari in collaborazione con la RAI, nella trasmissione di “Sereno Variabile”;

con la IX Comunità Montana del Lazio, con il Centro di Cinematografia di Cinecittà per la stesura di testi e la fornitura di documenti fotografici e di archivio per il filmato su “Villa Catena”.

Inoltre, l’associazione ha preso parte a numerose manifestazioni culturali organizzate dalla IX Comunità Montana del Lazio, in modo particolare durante le varie edizioni della “Festa della Montagna”. Ha contribuito alla realizzazione della guida, a cura di Italia Nostra, “Agro Romano Antico”, per la Provincia di Roma nel 2011.

 

Il Consiglio Direttivo è composto da:

Marisa Cascioli – Presidente;

Alfonsa Brugnoli – Vicepresidente;

Franca Capone – Segretaria.

La sede è in Poli – Via Umberto I n. 2

L’oggetto sociale, le norme di amministrazione e funzionamento risultano dallo Statuto, composto da n. 18 articoli.

Per info e visite guidate: Franca Capone 335 8773409 e Silvana Porziani 335 1645686

Facebooktwittergoogle_plusmail